B&B Antico Borgo Garda camere zimmer rooms gardasee gardalake garda lake view seesicht relax
B&B Antico Borgo Garda camere zimmer rooms gardasee gardalake garda lake view seesicht relax 

Il B&B Antico Borgo, sito nel borgo medievale (XIV sec.) di Balbiana in Manerba del Garda, dispone di 4 grandi camere climatizzate con bagno, terrazza con vista lago, solarium e idromassaggio, sala colazioni ricavata nell’antica cantina in pietra, caratteristico cortile interno con  olivo secolare e magnifica veranda fronte valle e lago. 

filosofia

La casa per me significa molto. L'ho pensata in base ai miei gusti e alle mie esigenze di comodità e bellezza. Pensata per  sfuggire allo stress del mondo, in una  oasi di pace e  serenità. 

 

Tuttavia, oltre ad un'oasi di pace, la mia casa è un luogo di vita sociale.

Gli ospiti, che amo pensare siano amici in visita, condividono con me oltre alla casa, silenzi, il paesaggio, l'armonia e  piacevoli serate in compagnia. 

 

Essendo un buon ospite, orgoglioso della propria casa e del territorio intorno, organizzo per gli amici interessati,  varie attività culturali,  sportive e gastronomiche  perchè anche  loro possano  innamorarsi di questo meraviglioso lago.

BALBIANA in un'antica stampa

storia

Le suite sono legate ad una storia medioevale, a cavallo tra leggenda e realtà.

Entrando nelle suite, questa  storia ti aiuterà a capire il significato del loro nome, la loro collocazione, il perchè dell'arredamento e dei  colori.

Ecco una breve sintesi :

 

Il giovane Guglielmo, frequentò fin da piccolo la casa del padre di Emma, era forte, deciso e bello,  ed Emma non potè che innamorarsi, soprattutto dopo che Guglielmo difese l'onore del padre di Emma in duello, uscendone vittorioso.

Ma la famiglia dei  perdenti, essendo molto potenti, non accettarono la sconfitta, anzi, vedendo la bellezza di  Emma,  con false accuse costrinsero Emma a sposare uno  di loro   in cambio della vita del padre ingiustamente accusato di cospirazione.

Per amore Emma non volle  che il suo Guglielmo sfidasse ancora i potenti, non volendo rischiare di sacrificare la vita del suo amato  sacrificò la sua nel matrimonio. Guglielmo disperato e furioso, deciderà  quindi di abbandonare  la Valtenesi e partire come mercenario al servizio dell'imperatore di Germania. Qualche mese  dopo il matrimonio, Emma partorisce un bel bambino, che il marito sospetta non possa essere suo figlio, e per metterlo in salvo da ritorsioni, una mattina raggiunge Guglielmo sulla spiaggia e gli affida il piccolo, legandogli al collo un suo pendaglio,  quale unico ricordo della  madre.

Guglielmo deve partire per la Germania, non si può occupare del piccolo e lo affida ad una coppia di  amici mercanti veneziani che lo alleveranno.Negli anni sucessivi, mentre Guglielmo acquista grande rispetto per il suo valore e coraggio,  Emma viene segregata in casa, quale punizione  del marito, tormentato dalla gelosia e dall'offesa di non essere amato.

Nel frattempo i mercanti di Venezia si trasferiscono in Africa  con il bimbo diventato uomo, ma catturati dagli infedeli, vengono reclusi e poi uccisi,  così  non è per il ragazzo di nome Vaifro che nella sua prigionia conosce dei crociati di Brescia  e  poco dopo viene liberato.

Vaifro viene quindi accolto nella corte dei potenti,  senza sapere, fossero  proprio loro  la causa della sua separazione dalla vera madre.

Ritorna Guglielmo dopo anni di fedeli e valorosi servigi, reclama il  feudo promesso dall'imperatore che però gli viene negato, quindi alla testa dei suoi fedelissimi, si conquista da solo il castello di Manerba e impone la sua legge a tutta la Valtenesi.

Vaifro conosce a corte Gisella, bellissima ragazza e i due si innamorano. Ma il destino si abbatte anche su di loro, poichè anche la matrigna di Gisella è innamorata  di Vaifro e costringe la figlioccia ad entrare in monastero.

A corte decidono di dare una lezione al quel capitano di ventura  che ha conquistato il castello di Manerba, mandano quindi un valoroso soldato a sfidarlo a duello, Vaifro appunto. I due si sfidano senza sapere  di essere  padre e figlio, ma l'abilità di Guglielmo e tale che Vaifro viene disarmato.  Tra le vesti lacerate di Vaifro,   Guglielmo intravede il pendaglio che tanti anni fà aveva al  collo il bimbo affidatogli  dalla sua amata Emma. I due si parlano e scopre  che quello davanti a lui, è il figlio di Emma, è suo figlio.

Vaifro  racconta  la sua disperazione per il suo amore Gisella, richiusa in monastero e prossima ai voti, decidono quindi insieme di correre e liberarla.

Che almeno l'amore dei due giovani trionfi!

Emma nel frattempo era stata data per morta, mentre  dopo anni di segregazione era entrata in monastero e diventata monaca.

Attraverso Gisella, Guglielmo viene a sapere dove si trova Emma, ed insieme si recano al monastero.

Dopo anni e anni, Emma può rivedere i suoi amori, vivi, stringere  suo figlio e dargli la benedizione per la sua vita con Gisella, e stringere ancora una volta il suo amato Guglielmo, il quale le chiede di seguirlo nel suo castello. Emma ha vissuto una vita di soffernza, ha trovato la pace nel monastero, proclama il suo amore per il suo uomo ma non vuole rinunciare ai voti.

Guglielmo mesto, ritorna al suo castello, si fa costruire una stanza  dalla cui  finestra si  possa vedere  il monastero al di là  del lago, e mai battuto in  duello, ma nell'amore,  aspetterà la morte guardando là,  dove vive  il suo amore, il suo unico grande amore. 

 

 

 

B&B Antico Borgo

..........charme & relax..........

Manerba del Garda

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

B&B Antico Borgo
Vicolo del Poggio, 4

Frazione Balbiana
Manerba del Garda (Bs)

 

ph. +39.0365.552298
Franco  +39.348.8210167
Paola    +39.348.8210164

 

anticoborgogarda@libero.it

HotelsCombined
Stampa Stampa | Mappa del sito
© ANTICO BORGO Franco Flavio Floridi | V.lo del Poggio 4 | 25080 Manerba d/G.|